A breve inizieranno i preparativi per festeggiare il bicentenario della nascita di una delle mie scrittrici e poetesse preferite: Emily Brontë.

Uno dei più interessanti testi nei quali mi sono imbattuta è Il pensiero religioso di una poetessa inglese del secolo XIX. Emilia Giovanna Brontë,  scritto da Giorgina Sonnino nel 1904 e pubblicato dalla casa editrice Flower-ed, secondo saggio della collana Windy Moors.  Il testo in origine era stato pubblicato sulla rivista Nuova Antologia, ma non fu mai stampato in maniera autonoma. Grazie alla Flower-ed che sta riportando alla luce antichi tesori nascosti, abbiamo avuto la possibilità di leggere e scoprire questo gioiello.

 

20171119_160659

 

Il breve saggio biografico è interamente dedicato alla figura di Emily Brontë, la più misteriosa, indomita e solitaria delle sorelle Brontë. Giorgina Sonnino, partendo dalle poesie di Emily,  fondamentali per comprenderla, descrive e approfondisce il pensiero religioso di Emily e nel far ciò, ci trasporta nel suo mondo interiore: un’anima complessa e sfuggente.

Emily amava profondamente la brughiera, la natura, gli animali e la propria casa.  Non riusciva a vivere lontano dalla brughiera. Come racconterà anche sua sorella Charlotte, per lei era come l’aria che respirava. Durante la sua breve vita, aveva fatto qualche tentativo e ne aveva sofferto in maniera indicibile, come una pianta a cui vengono sdradicate le proprie radici per poi essere ripiantata sul terreno.

Emily amava la solitudine e diffidava dei suoi simili,  ai suoi occhi eccessivamente pregni di ipocrisia e malvagità. Preferiva di gran lunga la compagnia dei suoi animali, innocenti e fedeli, in particolar modo del suo inseparabile cane Keeper.

Secondo l’autrice, la religiosità di Emily era profondamente dominata dalla filosofia ed è proprio grazie alle sue idee e alla sua moralità se è riuscita a sopportare con grande forza tutte le sofferenze della sua vita.

Emily disprezzava le preghiere e i culti umani. Ella, nata da una famiglia protestante, ritrovava Dio nelle sue creature, quindi nella natura e negli animali. E’ lì che alberga il  vero bene, l’ordine e l’equilibrio universale.

Quando Emily passeggiava nella brughiera, quando il vento le sferzava sul volto, quando l’erica fioriva annunciando con i suoi colori e profumi l’arrivo dell’estate, è lì che Emily ritroverà non solo se stessa, ma anche la libertà e la felicità.

Ammalatasi gravemente di tubercolosi nell’autunno del 1848 , Emily sopporterà stoicamente il dolore e rifiuterà medici e ogni cura umana, perché la natura deve fare il suo corso, sempre e comunque.

Non temeva la morte, perché è proprio essa che permette di liberarsi dalle pesanti e limitanti catene umane. Nulla si distrugge in natura, ma tutto ritorna a Dio.

Giorgina Sonnino tratteggia l’anima di Emily con molta sensibilità, passione e maestria. La sua scrittura chiara e coinvolgente, cattura e affascina il lettore.

Mentre leggevo questo libro sul mio fedele lettore e-reader, non ho potuto fare a meno di domandarmi se esistono ancora anime solitarie e pure come quelle di Emily, soprattutto nel mondo di oggi,  un mondo nel quale conta solo l’apparire e la convenienza, e la natura e gli  animali  vengono continuamente soggiogati dagli egoismi e dai mutevoli capricci dell’uomo che si ritiene l’incontrastato padrone del mondo.

Il profondo pensiero religioso di Emily Brontë ha molto da farci riflettere, soprattutto nella nostra attuale società.

 

20171204_134341

 

Per informazioni o per acquistare il libro (disponibile sia in formato e-book che in cartaceo) cliccare qui.

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...