C’era una volta…

Una bella e tenera micina. Era nata il 20 aprile 2015 in una colonia. Adorava stare all’aria aperta. Sette mesi dopo la piccola venne prelevata per essere sterilizzata assieme ad un’altra gattina. In gabbia, presso il gattile,  la micia aveva tanta paura, ma per fortuna non era sola.  Accanto a lei c’era l’altra gatta della sua colonia. In attesa dell’operazione, stettero insieme silenziosamente, facendosi vicendevolmente coraggio.

L’ultima cosa che la micina vide fu un uomo che indossava un lungo camice bianco con in mano una siringa e strane luci accecanti nella stanza, la quale era pervasa da un fastidioso odore di medicinali.

Quando si risvegliò, c’era solo l’oscurità attorno a lei. All’inizio non si rese conto, credeva di essere stata rinchiusa in qualche luogo buio, ma gradualmente comprese che non vedeva più.  Solo il buio e nient’altro. Non si sa il perché, a causa dell’intervento di sterilizzazione perse la vista. Esteticamente non si vedeva, difatti i suoi occhi erano rimasti belli e brillanti come prima. Un giorno la direttrice del gattile notò che la micia barcollava in maniera strana e capì. Ovviamente non poteva più riportarla nella colonia in cui era nata,  sarebbe stato troppo pericoloso per lei.

Così La micina restò in gattile ma il suo futuro era alquanto incerto. Chi avrebbe mai adottato una gatta cieca?

In un freddo pomeriggio di dicembre, una madre con sua figlia varcarono la soglia di quel gattile, cambiando il destino di quella micina per sempre. Furono subito attratte dal suo bel musino rivolto verso di loro e dalle sue dolci fusa.  Vennero subito informate dalla direttrice che la gatta purtroppo era cieca e non per nascita. Loro non si erano neanche accorte che non vedeva, perché la micina sembrava fissarle negli occhi con curiosità. Tra l’altro la gattina era nata il 20 aprile, lo stesso identico giorno della ragazza. Era un segno del destino. Nonostante un po’ di preoccupazione, madre e figlia decisero di adottare la micina. La chiamarono Luna.

Quella ragazza ero io e Luna è la mia gatta.  Questa è la sua storia.

Oggi compirà tre anni. Luna ha un bel caratterino: si arrampica sugli alberi, corre a perdifiato per la casa e adora mordicchiare. Ha imparato persino ad aprire le maniglie delle porte. Una vera birbante.

Il destino non è stato magnanimo con lei, ma per fare ammenda ai suoi sgarbi le ha donato una famiglia che l‘adora alla follia. Luna non si è mai data per vinta, è gioiosa per natura e ama profondamente la vita.  Tutti noi avremmo molto da imparare dal suo coraggio.

Buon compleanno mia piccola Luna!!! ❤ ❤ ❤

 

File 01881
La mia bella gatta Luna.

 

 

 

 

Annunci

2 pensieri su “Luna e il 20 aprile

  1. E’ molto commovente la storia di Luna, a cui la vita ha giocato il brutto scherzo di farle perdere la vista, ma poi l’ha generosamente “risarcita” facendole incontrare te e la tua mamma.
    Adoro i gatti, la loro vicinanza è preziosissima.
    Tanti auguri alla tua splendida Luna! 🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...