Emily Brontë. La prima biografia completa è la prima biografia esistente su Emily Brontë, scritta da Agnes Mary Robinson, edita dalla casa editrice L’ArgoLibro e tradotta per la prima volta assoluta in italiano grazie alla professoressa Maddalena De Leo, rappresentante italiana della Brontë Society e consulente editoriale per l’Italia di Brontë Studies, che ha voluto rendere omaggio all’amata Emily in occasione del Bicentenario della sua nascita.

 

 

Come ci spiega la professoressa De Leo nell’introduzione del libro, la biografia venne pubblicata nel 1883 con l’intento di riscattare la figura di Emily, in quegli anni caduta nel dimenticatoio a causa dello scandalo suscitato dal suo romanzo Cime tempestose.

Agnes Mary Robinson fu una scrittrice, saggista, giornalista e poetessa, conosciuta a livello internazionale. Nata in Inghilterra nel 1857, viaggiò molto, visitando anche l’Italia dove conobbe persino la regina Margherita, e morì in Francia nel 1944. Fu lei stessa, su richiesta del suo editore, a scegliere di tracciare la vita di Emily.

La Robinson contattò Ellen Nussey, la migliore amica di Charlotte Brontë, ancora vivente all’epoca e decise di esaltare l’indipendenza spirituale e la femminilità di Emily, rendendola più umana e libera, una vestale appassionata, grande amica degli animali.

La biografia si rivelò un successo clamoroso a livello mondiale. In America fu letta con entusiasmo dalla poetessa Emily Dickinson, che divenne fervida ammiratrice della Brontë che condivideva il suo stesso nome, tanto che in un lettera datata 1883 destinata a Mrs. Holland,  ella scrisse:

 

Emily Brontë – di gran lunga più elettrizzante di qualsiasi cosa dopo “Jane Eyre”. Prova a leggere poche righe alla volta – e poi qualche altra più tardi – È di una Forza così singolare, che vorrei tu cogliessi.

 

Tra l’altro vennero proposti per la prima volta alcuni aneddoti, come ad esempio il pettine che, il giorno della sua morte, sfuggì dalle ormai deboli mani di Emily e cadde nel focolare.

Tuttavia la Robinson si accanì particolarmente sulla figura di Branwell,  il geniale e sfortunato fratello delle sorelle Brontë, denigrandolo e accentuando vistosamente le sue debolezze. Ciò scatenò lo sdegno e l‘ira di Ellen Nussey che da sempre si era battuta per proteggere la memoria di tutti i componenti della famiglia Brontë.

Nonostante alcune limitazioni, grazie a questa prima biografia, la più tormentata e misteriosa delle sorelle Brontë venne finalmente valorizzata e omaggiata, in un ritratto affettuoso che rende pienamente merito al suo genio letterario e al suo spirito. E ora, a distanza di centotrentacinque anni, possiamo leggerla anche noi, grazie al prezioso lavoro di traduzione della professoressa De Leo.

 

Attraverso le parole di Agnes Mary Robinson Emily e le sue sorelle furono viste, a partire dagli ultimi anni dell’Ottocento, come “figlie del vento e della brughiera”.

 
28870322_597194637294189_2293835942806421504_n

 

 

Per informazioni o per l’acquisto del libro,

contattare la professoressa Maddalena De Leo    deleom@tiscali.it   o

contattare la casa editrice L’ArgoLibro     largolibro@gmail.com

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...