Una vera chicca per tutti gli appassionati di Emily Dickinson.

Si tratta del facsimile originale dell’erbario della poetessa americana pubblicato dalla casa editrice Elliot in un’edizione speciale nel 2017.

Il prezzo del libro è sicuramente un po’ alto (io sono riuscita ad ammortizzarlo un po’ acquistando il volume usato su Libraccio), ma è un libro veramente splendido, in cui ogni pagina dell’erbario ci rivela un qualcosa dell’anima segreta di Emily Dickinson.

La solitaria Emily amava tantissimo le piante e i fiori, tanto che era solita donarli ai numerosi destinatari delle sue lettere (parenti, amici, conoscenti). Ogni fiore aveva un suo suo particolare significato. Nulla era lasciato al caso.

Nella sua casa di Amherst, la Homestead,  il padre Edward Dickinson, avendo constatato l’immenso amore della figlia per la natura, fece costruire tra la sala da pranzo e la biblioteca una bellissima serra che Emily curava quotidianamente in ogni stagione, e inoltre poteva contare anche su uno splendido giardino rigoglioso.

 

Hai mai pensato che un fiore, una volta appassito e fatto rinvenire nell’acqua, possa diventare un fiore immortale… cioè che risorga?”

Emily Dickinson

 

L’Herbarium, per lungo tempo conservato  presso la biblioteca di Harvard, è l’ultimo dei manoscritti appartenenti alla collezione Dickinson rimasto finora sconosciuto al pubblico. Questo volume lo rende finalmente accessibile a tutti i lettori interessati alla vita e alla scrittura della poetessa statunitense.

In una lettera datata maggio 1845 la quattordicenne Emily Dickinson chiedeva a una sua amica, Abiah Root,  se avesse iniziato a collezionare fiori e piante per un erbario: “Sarebbe come un tesoro per te; quasi tutte le ragazze ne hanno uno”.

Sembra che Emily aiutasse anche le altre compagne nella raccolta degli esemplari. Tre anni dopo, mentre studiava al Mary Lyon’s Female Seminary  a South Hadley,  Emily racconta sempre all’amica Abiah, che andava alla ricerca di fiori selvatici ad Amherst e a scuola.

La cura che mise nel suo erbario, inusuale per una giovane della sua età, rivela una passione per la natura che l’avrebbe accompagnata per tutta la vita e che avrebbe influenzato in maniera determinante la sua poetica, all’interno della quale i fiori assumono un ruolo simbolico di fondamentale importanza. Questa passione fece sì che la Dickinson, ancor prima che come poetessa, fosse conosciuta e apprezzata come esperta di giardinaggio, nella cui serra i fiori esotici spandevano profumi anche d’inverno. I fiori erano sacri per Emily Dickinson.

 

L’Immortalità dei Fiori deve arricchire la nostra e ci dovremmo sicuramente dolere per una Redenzione che li escludesse.

Emily Dickinson

 

 

L’Herbarium fu sicuramente composto da Emily durante l’adolescenza.  Esso consiste di 424 esemplari essiccati (Emily amava essiccare i fiori sulle pagine dei suoi libri), disposti ordinatamente sulle 66 pagine di un album dalla copertina rigida, di colore verde. Di questi esemplari, circa 250 appartengono  a note specie autoctone  o naturalizzate nelle vicinanze di Amherst.

Il libro è arricchito dalla prefazione di Leslie A. Morris,  dall’introduzione di Judith Farr , dal saggioLa scienza e il poeta: l’Herbarium di Emily Dickinson e la “traccia divina” di Richard B. Sewall, dal catalogo degli esemplari vegetali di Ray Angelo e da un indice degli esemplari presenti.  Nell’erbario sono presenti anche i ranuncoli, i fiori prediletti di Emily.

Una curiosità: Emily amava paragonarsi ad un fiore,  per “le sfumature aranciate dei capelli  e degli occhi”, presente anch’esso in questo suo preziosissimo e immortale erbario. Si tratta del giglio di San Giuseppe.

 

Da sì minuscoli cavalieri –

un germoglio, o un libro,

sono deposti i semi dei sorrisi

che nel buio fioriscono”.

Emily Dickinson

 

 

20190204_133422

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...