Jean Webster, l’autrice di Papà Gambalunga, nacque in una piccola e graziosa cittadina americana di nome Fredonia. La sua famiglia era coltabenestante e non tutti sanno che vantava un illustre parente: Mark Twain.

 

Mark Twain

 

Il celebre scrittore americano, il cui vero nome era Samuel Langhorne Clemens, era  infatti il prozio della Webster. La nonna di Jean, Pamela, era la sorella maggiore di Twain, mentre sembra che la madre Annie fosse la sua nipote prediletta.

Twain si ispirò a loro per alcuni personaggi femminili nelle sue opere.

Apparentemente erano una famiglia tranquilla unita. Twain coinvolse il padre di Jean, Charles Luther Webster, nei suoi affari. Charles divenne il direttore della casa editrice fondata da Twain nel 1884 , la Charles L. Webster and Company.

Inizialmente i loro rapporti erano molto amichevoli e cordiali. Charles era estremamente onorato di lavorare con il mito Twain, mentre quest’ultimo lo considerava un giovane energico, fidato e promettente. Ma qualcosa andò storto. Nel tempo il loro rapporto si logorò. Ogni giorno battute sarcastiche, frecciatine, rancori sotterranei, offese.

Twain non aveva un carattere facile da gestire e inoltre gli affari della casa editrice non procedevano bene. La salute di Charles iniziò a risentire dello stress e, sollecitato dallo stesso Twain, prese una licenza dal lavoro per un anno, durante il quale si rilassò con la sua famiglia, comprò una nuova dimora, la bellissima Interstrassen, e sembrò riprendersi.

Al termine dell’anno, egli era più  intenzionato che mai a tornare al lavoro, ma Twain decise di licenziarlo per incompetenza. Per Charles fu la stoccata finale. Non si riprese più e morì nel 1891 a causa di un’overdose di farmaci. Twain, con una scusa, non si presentò al suo funerale.  La casa editrice chiuse per bancarotta tre anni dopo.

 

 

Charles Luther Webster  (fonte: civilwaref.blogspot.com)

 

Cos’era successo veramente tra i due? Chi aveva ragione e chi torto?

La vicenda resta ancora nell’ombra, non è mai stata del tutto chiarita. Nella mia biografia dedicata a Jean Webster (C’è sempre il sole dietro le nuvole. Vita e opere di Jean Webster, flower-ed 2018) ho cercato di analizzarla e approfondirla il più possibile, grazie anche all’autobiografia di Twain (nella quale parla malissimo di Charles e lo incolpa per il fallimento della sua casa editrice) e al libro Mark Twain, A Business Man, che scriverà anni dopo un fratello dell’autrice per difendere il padre dalle accuse di Twain.

Due uomini dall’indole e dalla mentalità differente: il finale è stato tragico.

Né Jean né la sua famiglia hanno mai mosso alcuna accusa ufficiale verso Mark Twain, ma si era creata un’ombra oscura, impossibile da scacciare e da dimenticare.

Nel 1905 Twain diede un gran gala per festeggiare i suoi settant’anni. C’era anche Jean tra gli invitati. Bellissima nel suo splendido e vaporoso abito bianco, ma con un’espressione persa  e smarrita nei suoi occhi. L’ombra era sempre lì. Era invisibile, ma poteva ancora sentire la sua morsa dentro di sé.

Curioso è il fatto che Jean Webster, fino a che non è diventata famosa con Papà Gambalunga e non ha più potuto farlo, ha tentato di celare in ogni modo possibile la sua parentela con Twain, che ha influenzato non solo la sua vita, ma anche le sue opere. Non tutti lo avrebbero fatto, anzi i più si sarebbero sicuramente approfittati, anche solo per mero scopo pubblicitario, di palesare tale celebre parentela.

Ma Jean era una donna corretta e riservata. Ce l’avrebbe fatta con le sue stesse forze, grazie al suo talento. E così è stato.

 

 

Jean Webster

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...