Proprio due giorni fa è uscita una nuova splendida pubblicazione firmata flower-ed. Si tratta di Accendere un fuoco, famoso racconto di Jack London, tradotto dal bravissimo Riccardo Mainetti. Io ho avuto l’immenso onore di curarne la prefazione e ringrazio vivamente sia Michela Alessandroni che Riccardo per la fiducia.

Impossibile restate indifferenti alle potenti ed evocative parole di Jack London. A breve dedicherò al racconto una recensione.

Dalla newsletter della casa editrice flower-ed:

Lasciando il caldo opprimente di questi ultimi giorni di agosto, ci spostiamo, almeno con l’immaginazione, nel Canada nord-occidentale, al confine con l’Alaska. È il 1897 quando il giovane Jack London, all’età di ventuno anni, viene a conoscenza della scoperta di ricchi giacimenti auriferi in questa zona, precisamente nella regione del Klondike. Decide così di partire, insieme al marito di sua sorella, per unirsi agli altri cercatori nella famosa e travolgente corsa all’oro. Immerso nell’ambiente freddo e inospitale di questi luoghi, lo scrittore vive numerose esperienze che gli saranno di ispirazione per le sue opere letterarie: fra queste il suo racconto più celebre, Accendere un fuoco. Pubblicato in due versioni successive differenti, questa che offriamo ai nostri lettori, nella traduzione di Riccardo Mainetti e con la bella Prefazione di Sara Staffolani, è la storia rivista e aggiornata nel 1908, secondo le convinzioni maturate da London in merito al rapporto tra l’uomo e la natura.

E ora tuffiamoci nella trama!

È un freddo mattino d’inverno quando, nel territorio dello Yukon, un uomo si mette in cammino per raggiungere i compagni che si trovano alla vecchia miniera, sul ramo sinistro dell’Henderson Creek. Un grosso cane husky lo segue mentre si addentra in un paesaggio di abeti rossi, fiumi ghiacciati e distese sconfinate di neve. Inizialmente le condizioni climatiche estreme non preoccupano l’uomo e i saggi avvertimenti del vecchio di Sulphur Creek gli sembrano un’esagerazione, ma nel corso del viaggio egli dovrà confrontarsi con la natura davvero aspra del luogo, rigida e indifferente davanti alle sue necessità. Questo racconto sottolinea la difficile relazione tra l’uomo e la natura, tra il giudizio umano e l’istinto animale, e la perseveranza di ognuno nella lotta per la sopravvivenza.

Accendere un fuoco - Riccardo Mainetti,Jack London - ebook

Jack London, Accendere un fuoco, traduzione italiana di Riccardo Mainetti, Prefazione di Sara Staffolani, coll. Five Yards, vol. 15, flower-ed 2020

L’ebook è disponibile su flower-ed.it e in tutte le librerie online.
Il cartaceo è disponibile su Amazon

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...